Ultimora

Siae, allarme biglietti. Grandi perdite per la cultura

Calo ai botteghini vertiginoso, soprattutto al cinema. È la fotografia fatta dalla Siae proprio ieri alla presentazione dei bilanci del 2012. Il presidente Gino Paoli ha parlato di circa 12 milioni di biglietti venduti in meno rispetto al 2011 per il cinema, un milione in meno per i concerti e 500mila per il teatro. Resistono solo la lirica e il balletto. «La nuova Siae dovrà puntare sull’onestà – ha detto Gino Paoli – e spingere tutti a pagare ciò che è dovuto», il problema del diritto d’autore, in Italia, infatti, è un argomento molto spinoso che ancora non è stato affrontato come si deve, soprattutto alla luce dei new media. Ha aggiunto il presidente dell’Agis Carlo Fontana: «Sono indispensabili strumenti legislativi ed economici innovativi».

Commenti