Ultimora

E-book, una condanna per Apple

Denis Cote, giudice distrettuale di Manhattan, condanna la Apple per violazione delle leggi anti-trust accusandola di aver complottato con cinque case editrici per alzare illegalmente i prezzi degli e-book. Si legge su Repubblica che Steve Jobs, due anni prima della morte, scrisse a James Murdoch di aumentare i prezzi di vendita dei libri digitali. «È una vittoria per milioni di consumatori» esordisce Bill Baer, capo della divisione anti-trust del ministero della giustizia di Washington che ora si prepara al secondo processo anti-Apple per verificare l’ammontare dei danni e delle multe a carico di Tim Cooks, successore di Steve Jobs. Ma la Apple mette le mani avanti e insiste sulla sua innocenza.

Commenti