Primo premio dedicato a Giovanni Testori tra letteratura e arti figurative

Milano

In occasione dei 20 anni dalla morte dello scrittore, drammaturgo e critico d’arte Giovanni Testori (1923-1993), nasce la prima edizione del premio intitolato a suo nome per lo sviluppo della scrittura contemporanea al valico tra le arti – letteraria e figurativa. Il premio, con cadenza biennale, è promosso dall’Associazione Giovanni Testori, dal Piccolo Teatro di Milano e dal teatro Franco Parenti, dove Testori ha lavorato all’inizio e nella fase centrale della sua carriera, e infine dalla fondazione Corriere della Sera, espressione del quotidiano dove per tanti anni lo scrittore ha esercitato su diversi fronti la propria attività culturale. L’idea di suddividere il premio su due fronti – letterario e figurativo – ha un preciso riscontro: illuminare la figura dello scrittore e indicare alcune vie d’accesso per collocarlo nella sua cultura, nel solco della lezione di Roberto Longhi, suo maestro. Il premio intitolato a Giovanni Testori si propone di seguire quella che era la sua attività culturale nei campi più diversi e la sua profonda disposizione verso i giovani artisti. L’idea del premio nasce appunto dall’esigenza di proseguire un dialogo tra le arti – figurativa e letteraria – dando respiro alla tensione culturale che ha animato tutta la sua ricerca artistica. Il concorso è rivolto ad autori che non abbiano superato i 35 anni di età e prevede quattro riconoscimenti: per un testo di critica d’arte; per una tesi di laurea o dottorato in storia dell’arte; per un testo letterario in lingua italiana o dialetto; per una tesi di laurea o dottorato in letteratura italiana. Si richiede materiale inedito che non sia stato premiato né presentato ad altri concorsi o già pubblicato anche parzialmente in forma cartacea o su web. La consegna dei testi deve avvenire entro il 30 settembre e la giornata della premiazione è prevista il 16 dicembre al Teatro Studio, via Rivoli 6, Milano. Info: www.premiogiovannitestori.org

Articoli correlati