Ultimora

Andrea Mantegna al Cremlino

Andrea Mantegna varca per la prima volta le mura del Cremlino, nella Russia che tanto ama il Rinascimento italiano, ma dove non esistono tele dell’artista maestro della pittura del Quattrocento. E lo fa con un’opera simbolica, il San Giorgio, che è anche santo protettore di Mosca, proveniente dalle Gallerie dell’Accademia di Venezia dove è conservato dal 1856. Dal 19 giugno il quadro sarà esposto nell’Armeria dei Musei del Cremlino, dove il pubblico russo potrà ammirarlo fino al 22 luglio.

Commenti