Ultimora

Villa Messalla rischia di essere coperta dal cemento

È stata una scoperta importante per l’archeologia antica il ritrovamento di villa Messalla a Ciampino vicino Roma. L’area potrebbe diventare un parco archeologico ma una colata di cemento rischia di minacciare il progetto. Gli scavi, infatti, erano iniziati per la costruzione di un complesso di palazzine di oltre 65mila metri quadrati. Ora, si sta parlando di spostare le costruzioni una decina di metri più in là, al limite dell’area di rispetto. Per Ciampino bene comune non è abbastanza, vorrebbero l’intera zona dedicata alla scoperta e spostare il complesso in un’altra parte della città. Ad appoggiare la causa sono anche personaggi della cultura come Filippo Coarelli, Salvatore Settis e l’ex ministro Lorenzo Ornaghi che ieri hanno manifestato insime ai cittadini contro il progetto. Oggi i manifestanti incotrano l’assessore allo sviluppo economico Guido Fabiani per cercare una soluzione la problema.

Commenti