Foto

Massimo Dall’Argine, NY graffiti

In occasione del Photo festival e in contemporanea con il Mi art, è stata allestita nella Art project di via Stendhal 36 a Milano, una personale del fotografo Massimo Dall’Argine. Intitolata NY graffiti, la mostra, curata da Chiara Canali, presenta per la prima volta a nella città una serie di scatti fotografici realizzati alla grande mela, che interpretano in forma inedita e personale i graffiti e i murales che configurano il paesaggio visivo della metropoli statunitense. Tre dittici di grandi dimensioni e una decina di fotografie di media grandezza riproducono le scritte, i disegni, e più in generale, i segni tracciati sui muri da writers e street artists di fama mondiale, come, fra i tanti, Swoon, c215 e the Duck Company. Immagini che mutano nel tempo e che vengono assorbite dal substrato, entrando in profonda intimità con il supporto che li ospita e con gli elementi dell’ambiente circostante. Alternando panoramiche e close-up, il fotografo annota queste tracce frammentarie e con colori vivaci e tinte vivide ricostruisce le impronte di un vissuto urbano in continua trasformazione, dando vita a opere del tutto nuove e autonome. I suoi scatti testimoniano una linfa vitale che attraversa il tessuto della città e che solo l’obiettivo circoscrive e inquadra all’interno di un’aura poetica. Dice il fotografo: «La mia opera registra le nuove forme che questa trasformazione simbiotica produce, isolando frammenti oppure affiancandoli per dare vita a opere che trascendono il reale». Fino al 19 aprile; info: www.artcompanyitalia.com

Commenti