No al doppiaggio, successo mondiale per i film in versione originale

Roma

Cresce la richiesta di proiezioni di film in lingua originale, in molti dicono basta al doppiaggio anche fra il pubblico italiano. Django unchained ne è un esempio eclatante: in programma al cinema Barberini di Roma, sta incassando più nella versione originale con sottotitoli che in quella doppiata. E lo stesso significativo risultato era già stato ottenuto da La miglior offerta di Tornatore e da Argo di Ben Affleck. Non è un caso, dunque, che le distribuzioni americane si stanno già attrezzando per assecondare il fenomeno: per i film più attesi verranno, infatti, messe in circolazione una decina di copie in originale. ”La tendenza” conferma Thomas Ciampa, director Sales & distribution della Warner bros ”è in crescita, anche se per ora le copie originali che distribuiamo per ogni titolo si contano sulle dita di una mano. I film in originale che hanno ottenuto più successo sono quelli destinati a un pubblico più attento, colto”. Fortunatamente anche le distribuzioni italiane stanno tentando di rispondere alla richiesta. Per esempio, la Bolero assicura che metterà a disposizione alcune copie in originale di Re delle terre selvagge.

Articoli correlati