Underground a Modena

La mostra Changing difference. Queer politics and shifting identities, a cura di Lorenzo Fusi, curatore della Biennale di Liverpool, e in partnership con Gender Bender, il festival internazionale che presenta al pubblico italiano gli immaginari prodotti dalla cultura contemporanea, legati alle nuove rappresentazioni del corpo, delle identità di genere e di orientamento sessuale, prende in esame il lavoro di tre influenti artisti, image-maker e operatori della cultura underground tracciando paralleli ed evidenziando analogie, pur nel rispetto dell’individuale sensibilità artistica di ciascuno dei protagonisti: Peter Hujar, Mark Morrisroe e Jack Smith. L’opera dei tre artisti accompagna lo spettatore in un percorso fatto di opposti che si integrano: arte aulica e arte popolare, banale ed elegiaco, trash e raffinatezza, vita e morte. Fino al 27 gennaio, Galleria civica di Modena, palazzo Santa Margherita e palazzina dei Giardini. Info: www.galleriacivicadimodena.it