Un archeologo alla ricerca di aerei della seconda guerra mondiale

Naypyidaw

L’archeologia non è solo tombe romane e cocci greci, a ricordare a tutti che non è così ci pensa David Cundall che si è lancianto in una missione archeologica per riportare alla luce 50 Spitfire. Per chi non lo sapesse gli Spitfire sono degli aerei orgoglio dell’areonautica britannica prodotti in 700 esemplari fra il 1940 e il 1941 e che respinsero le truppe tedesche nella seconda guerra mondiale all’attacco dell’Inghilterra. Insomma, gli Spitfire sono un vero mito per i sudditi di sua maestà. Cundall è convinto che ne siano sepolti 50 in Birmania in bare di legno. «Nel mondo degli appassionati – dice l’archeologo – sarà come aver scoperto la tomba di Tutankhamon».

Articoli correlati