Catarifrangenze e Adrenalina Losvizzero e Casolino

Il premio Adrenalina rappresenta l’evoluzione del Progetto Adrenalina che nasce nel 2009 e vede ogni anno la partecipazione di circa 150 artisti. La direzione artistica è di Ferdinando Colloca e l’organizzazione di Federico Bonesi. E’ la principale rassegna di Roma Capitale dedicata alle nuove tendenze artistiche e inizialmente partecipavano i giovani fra i 18 e i 35 anni. In questa edizione del 2012, 61 finalisti espongono alla Pelanda fino al 2 dicembre. Ci saranno 3 riconoscimenti per ogni sezione: la categoria YOUNG per artisti sotto i 35 anni di età; la categoria SILVER per artisti oltre i 35 anni di età, e la categoria GOLD per artisti su invito senza limiti d’età. Saranno inoltre assegnati un Premio Giuria Online, grazie alla votazione del pubblico sul portale web, e un Premio Visitatori, dovuto ai voti dei visitatori della mostra. Si sottolinea la presenza dello scultore messicano Javier Marin che dalla metà degli anni Ottanta ha esposto in più di cinquanta mostre personali e in molte collettive fra Istituzioni culturali e spazi pubblici di grande importanza situati in America Latina, Stati Uniti ed Europa.

La mostra Catarifrangenze, invece, vede la partecipazione di due maestri dell’arte italiana: Enzo Cucchi rappresentante della Transavanguardia, e Michelangelo Pistoletto, rappresentante dell’Arte Povera, che si confrontano con artisti più giovani: Franco Losvizzero, Perino&Vele, Francesca Romana Pinzari e Pietro Ruffo. Gli allievi del LUISS Master of Art, corso di formazione postlaurea che ha avuto luogo all’interno del LUISS Creative Business Center diretto da Roberto Cotroneo e sotto la guida di Achille Bonito Oliva, sono partiti dal concept ed hanno curato tutti gli aspetti che servono perché si dia vita ad una mostra. Il concetto alla base fa riferimento alla differenza fra l’autonomia e l’eteronomia dell’arte: «il suo essere un valore assoluto in sé, oppure essere funzionale per una strategia di trasformazione del mondo» come dichiara Bonito Oliva guardando rispettivamente alla Transavanguardia e all’Arte Povera. Emerge lo statuto dei due movimenti e la loro influenza su ciò che è venuto dopo, rappresentato dai giovani artisti in mostra. Il finissage dell’esposizione è previsto per il 28 novembre.

Inside Art ha intervistato Franco Losvizzero e Marco Casolino di fronte alle loro opere.

guarda il servizio – interviste Claudia Quintieri – riprese e montaggio Camilla Mozzetti

[youtube]http://youtu.be/ZwO5F4qNhnA[/youtube]

Articoli correlati