Ultimora

Rispetto per il balcone di Giulietta

Già dal 2004 il comune di Verona aveva cercato di mettere fine agli imbrattamenti che casa Cappello (questo il vero cognome della famiglia di speziali che abitò quella casa), subiva costantemente. Ora la legge è più dura e le sanzioni vanno da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro. Non si possono più consumare cibi e bevande vicino al leggendario balcone di Giulietta Capuleti, sporcare le pareti con scritte o attaccare bigliettini adesivi. Ci sono dei pannelli dedicati apposta e quelli devono bastare, come spazi dedicati alle grandi dichiarazioni dei tanti innamorati che ogni giorno passano di lì. Insomma, il sindaco Tosi cheide solo un po’ di rispetto per Giulietta.

Commenti