Ultimora

L’invasione del design verde è tutta femminile

Che ormai il design produce oggetti più che ricercati è un dato di fatto e se questi oggetti sono anche fatti da designer donne allora funziona ancora meglio e se ancora strizzano un occhio al greeen allora la questione comincia a farsi interessante. Sembrano essere due i punti fondamentali per il nuovo design che partendo da Charlotte Perriand, Musa ispiratrice di Le Courbusier che proggettò all’inizio del secolo scorso una sedia fatta con il bambù fino ad arrivare a Zaha Hadid e la sua scarpa in plastica cento per cento ricilabile, due punti che stanno cambiando la storia della disciplina: ecologia e donne che unite danno ottimi risultati come ci testimoniano anche (tra le tante), Costanza Algranti, Gae Aulenti, Patricia Urquiola o Ilaria Venturini.

Commenti