Video Inside

“Surreality show” all’Officina 468

Giovanile, dirompente e surreale, sono questi i tre concetti alla base dell’Officina 468, un interessante ibrido tra show-room, atelier e galleria d’arte diretto dalla giovane Sofia Francesca Micciché e inaugurato a Roma a pochi passi dalla nuova stazione Tiburtina. Un’officina creativa in pieno stile newyorkese di circa centocinquanta metri quadrati, e caratterizzata da due sale comunicanti (in una delle quali alberga un albero dai rami intricati). A dominare la scena – dalle pareti, al pavimento e al soffitto – tre colori portanti: il bianco, il grigio e il nero.  A inaugurare questo nuovo spazio espositivo la mostra “Surreality show”, che la Micciché ha curato insieme alla scrittrice e critica d’arte Julie Kogler.

Guarda la photogallery

Guarda il servizio

Commenti