Ultimora

C’era una volta il Metropol

C’era una volta il Metropol e c’è ancora, ma diverso. Il famosissimo hotel è stato venduto per 221 milioni di euro a Aleksandr Kliacin e così la sua gestione diventa totalmente privata. La storia della struttura è antichissima è parte dal 1905, cioè da quando è stato fondato e ha attirato la gelosia delle vicine locande che di tutta risposta l’hanno fatto chiudere. Un’architettura maestosa con 400 stanze riccamente arredate, una facciata in pieno stile liberty e una posizione strategica al centro della città fra il Bolshoj e le guglie del Cremlino. Finito, insomma, e mai aperto fu pesantemente rovinato dalla rivoluzione del 1917 che lo sfigurò a colpi di cannone. Divenne la sede del governo bolscevico con Lenin e solo con Stalin ritrovò la sua funzione originale. Da qui comincia la lista infinita di personaggi famosi ospitati dall’albergo come Bernard Shaw, Bertold Brecht, Mao Zedong, Marcello Mastroianni e Catherine Deneuve. L’unica consolazione è che il nuovo proprietario promette di non deturpare l’hotel e di lasciarlo così con tutta la sua storia.

Commenti