Prima edizione del premio fondazione Henraux

Lucca

La fondazione Henraux è nata l’anno scorso per valorizzare attraverso progetti culturali la tradizione della lavorazione del marmo, in continuità con la storia dell’azienda Henraux che dal 1956, sotto la presidenza di Erminio Cidonio, ha lavorato con artisti del calibro di Henry Moore, Hans Jean Arp, Joan Miró, Georges Vantongerloo, Jacques Lipchitz e lsamu Noguchi. La fondazione Henraux lancia quest’anno un premio biennale con l’obiettivo di dare nuovo impulso a collaborazioni con validi scultori contemporanei, tramite la realizzazione delle opere vincitrici: primo classificato Fabio Viale con l’opera Arrivederci e grazie; al secondo e terzo posto rispettivamente Alex Bombardieri con Samara e Mattia Bosco con la scultura Bue tractor. I tre artisti sono stati selezionati tra quattordici nomi proposti dai membri dell’accademia dell’Altissimo (tra cui figurano Jan Fabre, Mario Botta e Rosa Sandretto); la giuria, presieduta da Philippe Daverio, è composta, tra gli altri, dagli artisti Kan Yasuda, Vito Tongiani e Giuliano Vangi. La serata di premiazione avrà luogo sabato 21 luglio nella sede della fondazione Henraux a Querceta, in provincia di Lucca. Le opere saranno visibili al pubblico fino al 28 luglio. Info: www.henraux.it

 

 

Articoli correlati