Ultimora

Altaroma, Giada Curti si ispira a Botero

Dopo Tamara De Lempicka, la giovane stilista Giada Curti prende spunto per le sue creazioni da un altro grande artista, Fernando Botero. Piume tra i capelli, gonne voluminose come nei ritratti delle donne del circo dipinte da Botero e un omaggio all’arte circense, nella collezione intitolata “La reine du cirque” disegnata da Curti, la cui presentazione chiude questa sera al parco dei Daini di villa Borghese, la quarta giornata delle kermesse di Altaroma. Sono dieci creazioni installate sotto un immaginario tendone, realizzate in tessuti pregiati: shantung, duchesse, broccato, chiffon in nero, rosso e oro.

Commenti