Un "ciak" da scolpire

Alle porte di Roma, una villa immersa nel verde ospita “Ciak Ceramica” la personale di Giorgio Laveri che sposa l’arte scultorea albisolese con il mondo cinematografico. In linea con il trend nordeuropeo, le opere escono dalle canoniche mura della galleria per cercare nuovi e ariosi spazi nel verde extraurbano. Per questa particolare occasione il grande maestro reinventa se stesso con capolavori inediti e sculture realizzate per le mostra, alcune delle quali di grandi dimensioni, collocate nel giardino della villa e corredate da una serie di proiezioni tratte da grandi film. All’interno la serie di opere dedicate ai maestri del cinema con omaggi a Federico Fellini, Nino Rota e la sua musica, Alberto Lattuada e il cortometraggio “Truka” girato dallo stesso Laveri sulle note della canzone “Ne me quitte pas”, di Brel, proiettato in loop. Dal 19 giugno al 19 luglio, Home gallery, via del Ciclamino 15, Colle delle Rose,  Riano (Roma). Info: 0668309540; www.caos2004.com.

Articoli correlati