Ultimora

Arriva a Catanzaro l’Altrove Street Art Festival

A luglio torna l’ Altrove Festival ormai alla sua IV edizione. Obiettivo di questa edizione è la valorizzazione del centro storico della città di Catanzaro, tramite la realizzazione di 9 interventi di arte urbana, un esteso allestimento di architettura relazionale tutto all’interno dei luoghi più suggestivi e di maggiore rilevanza storica della città. Il linguaggio astratto, che è stato fil rouge delle precedenti edizioni, viene quest’anno affiancato da pittori espressionisti, surreali e naif, fotografi ed artisti audio/visual che lavorano su differenti supporti e materiali. Muro, vetro, tessuto, ferro, cemento sono solo alcuni dei medium utilizzati per elevare ancora la qualità e la persistenza degli interventi proposti. Nei luoghi del centro verranno inserite opere d’arte murale, o sculture e installazioni, capaci non solo di attrarre pubblico e visitatori, ma anche di suggerire un insolito itinerario pedonale per i cittadini, ormai non più abituati a perdersi tra le vie del centro storico. Gli artisti lavorano contemporaneamente i vari luoghi del centro a stretto contatto per condividere un’esperienza unica e stimolare un dibattito prezioso

Il lavoro svolto durante le prime tre edizioni ha portato Altrove ad essere considerato tra i migliori festival d’arte pubblica in Italia ed uno tra i più importanti in Europa. Il festival è riuscito a coinvolgere artisti mossi dagli stessi valori, accomunati dall’aver scelto la strada come luogo di manifestazione del proprio pensiero, del proprio sentire, la cui ricerca ha le sue radici nelle avanguardie del ‘900. Come ogni anno, la realizzazione delle opere d’arte sarà affiancata da una serie di eventi collaterali. Giovedì 21, venerdì 22 e sabato 23 luglio si esibiscono musicisti, performers e visual artist, sotto la direzione artistica di Fabio Nirta per la selezione musicale e del collettivo Spora per gli eventi performativi. Tutti gli allestimenti che interesseranno le aree coinvolte, sono progettati e realizzati dallo studio di architettura GRRIZ, che negli ultimi anni ha progettato e realizzato l’esterno del Padiglione Italia all’ultima Biennale di Architettura di Venezia e un laboratorio all’interno del Museo MAXXI di Roma.

Questo festival oltre a far riscoprire il valore culturale, storico e turistico della città, suggerisce nuovi utilizzi degli spazi e lascia in eredità una serie di opere d’arte pubblica realizzate da alcuni dei più importanti artisti del mondo. Ecco alcuni nomi: 3TTMAN, Alfano, Jorge Pomar, Andreco, Gonzalo Borondo, Ciredz, Dilen Tigrblu, Quiet Ensemble. Info: www.altrovefestival.it

 

Commenti