Ultimora

Emilio Cavallini, non solo stilista, la personale nello studio d’arte Valmore

Fili di nylon, tessuti in poliammide stampati, calze e bobine per filati sono gli inusuali materiali usati da Emilio Cavallini per la mostra in corso fino al 7 febbraio nello studio d’arte Valmore di Vicenza. Non è difficile rintracciare nel percorso dell’artista l’influenza che ha avuto dal mondo della moda, campo nel quale Cavallini ha operato come stilista per decenni e che l’ha portato a collaborare con Dior, McQueen, Guggi e star come Lady Gaga e Madonna. Percorso parallelo alla sua professione è sempre stata l’arte da prima realizzata solo per se stesso e solo dal 2010 disposto a condividerla anche con il pubblico. Sono lavori geometri quelli del Cavallini artisti che trovano la loro origine nei linguaggi Sessanta e Settanta a cavallo fra minimalismo, optical e pop art. Contrasti stridenti, come il bianco e l nero, o superfici monocrome ospitano figure geometriche e strutture frattali che lo riallacciano alla tradizione dell’arte generativa. Info: www.valmore.it/it

Commenti