Ultimora

Due mostre al Bozar celebrano l’arte italiana

Alla presenza del presidente della Commissione europea, Josè Manuel Barroso, e del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, in rappresentanza del governo, sono state inaugurate nei giorni scorsi due esposizioni allestite presso il Palazzo di Belle Arti di Bruxelles (Bozar) in occasione del semestre di presidenza italiana per celebrare il belpaese e le sue eccellenze artistiche. Una dedicata alla pittura senese tra duecento e quattrocento, mentre l’altra, intitolata il lato giallo della socialità, è dedicata ad artisti italiani contemporanei in Europa. La mostra su Siena, realizzata con l’ambasciata italiana in collaborazione con il Mibact, ospita una sessantina di opere di grande valore e impatto che attestano l’importanza della pittura senese nella trasformazione della pittura gotica europea, e la sua profonda influenza sulla pittura francese prima e su quella fiamminga poi. La seconda invcee include le opere di Michelangelo Pistoletto, Ettore Spalletti e Vettor Pisani, insieme ai lavori dei più giovani Nico Angiuli, Micol Assaël, Rosa Barba, Davide Bertocchi, Rossella Biscotti, Christian Frosi, Chiara Fumai, Renato Leotta, Diego Perrone, Cesare Pietroiusti, Marinella Senatore, Luca Vitone, Franz West. Gli artisti sono tutti uniti nella scelta curatoriale di Nicola Setari, che ha scelto come filo conduttore il giallo, a simboleggiare la complessità dell’identità italiana, l’intersecarsi della solare leggerezza e vitalità insieme alla tensione e al pericolo. Le due mostre resteranno aperte fino al 18 gennaio 2015 e il Bozar stima di attendere centomila visitatori di qui a fine anno.

Commenti