La guglia incendiata di Nôtre Dame torna a risplendere e la cattedrale si prepara all’apertura del 2024

È ufficiale: la Cattedrale parigina riaprirà i battenti a dicembre 2024, dopo l'incendio del 2019

Era l’aprile del 2019 quando le fiamme hanno devastato la cattedrale simbolo di Parigi. Ora l’intelaiatura della guglia della cattedrale di Nôtre Dame sta per essere completamente ricostruita. Siamo infatti nella fase finale del restauro del monumento che risale al XIII secolo: l’iconico elemento piramidale francese torna così a prendere forma, ma quelli in corso non sono soltanto dei semplici lavori di ripristino ma anche di prevenzione per evitare che un simile disastro si ripeta.

Sulla scia dell’originale, la guglia sarà costituita da legno di quercia verde, proveniente da alberi alti dai 14 ai 18 metri abbattuti circa due anni fa. Al suo interno ci saranno caratteristici ornamenti in piombo. Lo scheletro in quercia dovrebbe essere pronto entro fine 2023. Nei primi mesi del nuovo anno si comincerà con i lavori di rivestimento in piombo. In quest’occasione avverrà l’installazione di sei campanelle e del gallo sulla punta, facendo in modo che tutto sia identico all’icona andata distrutta.

La nuova Notre Dame potrà contare su una serie di sistemi antincendio avanzati per impedire nuovi roghi. Un sistema di vaporizzazione sarà installato nella zona della carpenteria del tetto: non appena gli specifici sensori rileveranno un principio di fiamme, l’apparecchio spruzzerà acqua vaporizzata per domare in partenza gli incendi. I lavori procedono secondo l’andamento previsto e la guglia diverrà completamente visibile ad occhio nudo con tutta probabilità per l’inaugurazione delle Olimpiadi di Parigi, a luglio 2024.

Oltre ai lavori restauro senza precedenti, la cattedrale sta subendo una profonda pulizia che eliminerà non solo i detriti dell’incendio, ma anche un secolo di polvere e inquinamento. I visitatori troveranno pareti di pietra più luminose e bianche, dipinti dai colori più vivaci e vetrate più brillanti.

Entro il 2027, anche la trasformazione dell’area circostante della cattedrale sarà completata, portando un quadrato alberato e un impianto di raffrescamento che rilascerà un rivolo d’acqua durante i periodi di afa. Il parco a sud della cattedrale sarà ampliato diventando uno spazio verde continuo, mentre il garage sotterraneo sarà trasformato in una passeggiata coperta da cui si accede alla Senna.

Articoli correlati