Il Culto delle Pietre, l’intervento di Andreco per Oriolo Romano

Il progetto di Andreco, curato da Cantieri d’Arte, si inserisce nell'ambito del recupero dell’Area della Fontana Vecchia

Il Culto delle Pietre è l’opera di Andreco realizzata nell’ambito del recupero dell’Area della Fontana Vecchia di Oriolo Romano.

Andreco

Al centro del progetto, inaugurato in primavera e promosso dall’Amministrazione comunale con il sostegno della Regione Lazio, la fontana di origine cinquecentesca, tra le prime opere pubbliche minori della storia di Oriolo e dell’area circostante. Il progetto ha previsto il recupero della fontana di origine cinquecentesca, una tra le prime opere pubbliche minori della storia di Oriolo e dell’area circostante.
L’intervento sulla fontana ha previsto il trattamento superfici lapidee e intonaci, il ripristino
del flusso idrico, la sostituzione di parti non originali con pietre di recupero.
I lavori sono stati preceduti da saggi archeologici che hanno riportato alla luce un bottino
originario del XV-XVI sec.

Andreco, artista che lavora spesso su temi ambientali e sull’impatto che le azioni umane hanno sull’ecosistema, ha ragionato per l’occasione proprio sul valore dell’area, luogo di approvvigionamento idrico per il territorio e sul ruolo centrale dell’acqua, risorsa da preservare.

Invitato da Cantieri d’Arte, Andreco ha creato uno spazio contemplativo, nel quale sculture che richiamano forme minerali dialogano tra loro e con gli esseri che abitano quello spazio. Elemento e fonte di vita, l’acqua viene dall’artista celebrata attraverso l’evocazione di un culto immaginifico, del non umano, in cui c’è uno svelamento di forme sotterranee, di divinità ctonie e in cui fluido e solido si mischiano e si compenetrano aprendosi a nuove interpretazioni.

Il progetto è stato diretto dall’Architetto Roberta Postiglioni e ha visto l’intervento
dell’Archeologa Roberta Ferrini, della ditta Bergamini e la cura del progetto artistico da parte
di Arci Viterbo/Cantieri d’Arte.

Info: andreco.org

Articoli correlati