Danilo Rea presenta La Grande Opera in Jazz, un progetto per riscoprire il melodramma italiano

Il 16 luglio, nel Teatro Antico di Taormina, le voci dei cantanti lirici del ‘900, vengono accompagnate dalle note di Rea

Il 16 luglio il pianista Danilo Rea presenta La Grande Opera in Jazz, un progetto inedito per riscoprire le meraviglie del melodramma italiano in una chiave di lettura innovativa. Nel meraviglioso Teatro Antico di Taormina, le voci dei grandi cantanti lirici del ‘900, estratte da video e registrazioni storiche, verranno accompagnate dalle note di Rea in un progetto ideato e realizzato da Saint Louis College of Music, Associazione Globart e dallo stesso Danilo Rea.

Conosciuto per i suoi concerti di piano solo, per le sue improvvisazioni che spaziano su qualsiasi repertorio, le sonorità di Rea conquistano le platee di tutto il mondo. Oltre a essere il primo jazzista ad avere un concerto di piano solo alla sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica, nel 2006 è protagonista di un memorabile concerto al Guggenheim Museum di New York e di concerti e festival in tutta Europa.

L’evento, in prima mondiale, partirà dal suggestivo palco dell’antico teatro greco per una tournée nei più prestigiosi teatri internazionali. Le interpretazioni di autori del calibro di Maria Callas, Mario Del Monaco, Enrico Caruso, Tito Schipa, Maria Caniglia, Beniamino Gigli, Amelita Galli Purci, estratte da registrazioni storiche, saranno accompagnate dalle note del pianoforte di Danilo Rea in un percorso sonoro attraverso le grandi arie d’Opera da tutti amate e conosciute, come Norma, Turandot, Traviata, L’Elisir d’Amore, Cavalleria Rusticana, Madama Butterfly, La Tosca.

Uno spettacolo arricchito dalla proiezione di video con immagini storiche di repertorio, registrate in bianco e nero, inisieme a suggestive e originali opere d’arte contemporanea.

Per tutte le info: slmc.it/events/la-grande-opera-in-jazz