Chi è Laurence des Cars, la prima donna al vertice del Louvre

Parigi

Prima di essere donna Laurence del Cars, la nuova direttrice del Louvre, è una storica dell’arte tra le più autorevoli e influenti di Francia, con una lunga esperienza internazionale. La notizia che per la prima volta il Louvre abbia affidato la sua guida a una donna ha fatto scalpore, ma quello che ha veramente vinto non è la questione di genere, quanto la competenza e l’impegno. Ma chi è Laurence des Cars, la nuova direttrice del Louvre da settembre 2021? Stiamo parlando di una grande studiosa, che negli ultimi anni ha diretto un colosso come il Musée d’Orsay di Parigi e prima ancora l’Orangerie, sempre nella capitale. Ha 54 anni, è figlia del giornalista e scrittore Jean des Cars e nipote dello scrittore Guy des Cars (a sua volta secondo figlio del quinto duca des Cars). Dopo gli studi alla Sorbona e all’Ecole du Louvre ha iniziato come curatrice proprio al d’Orsay nel 1994. Esperta dell’arte del diciannovesimo secolo e del primo Novecento, ha organizzato grandi mostre come quella dedicata a Gustave Courbet, che fece furore anche al Metropolitan di New York, nonché un omaggio al Marchese de Sade (sempre al Museo d’Orsay) e un viaggio espositivo intorno al poeta Guillaume Apollinaire. Ha scritto numerosi saggi, tra cui uno sui Preraffaelliti del 1999 ed un volume sull’arte francese del XIX secolo del 2008. L’anno precedente è stata anche nominata direttrice scientifica dell’Agenzia dei musei francesi. Dal 2007 al 2014 ha fatto parte del team che ha lavorato al lancio del progetto Louvre ad Abu Dhabi.

Laurence Des Cars (Photo by ALAIN JOCARD / AFP)

Insomma, come hanno sottolineato dall’Eliseo, da cui è arrivata la nomina, si è scelto di andare sul sicuro, investendo sulla preparazione e sulla statura internazionale del profilo.

Certamente fa notizia il fatto che un’istituzione come il Louvre dopo 228 anni di storia per la prima volta abbia portato una donna sul suo scranno più alto. Ma dopo lo stupore iniziale, non appena compreso chi è Laurence del Carssi capisce perché il museo abbia scelto lei per ripartire in una delle fasi più delicate della sua esistenza, questa post pandemica.

La nuova direttrice ha già anticipato alcuni punti cardine del suo programma, vuole fare del Louvre una cassa di risonanza per la società con l’obiettivo di attirare più giovani a visitare la collezione di oltre 480 mila capolavori. Tra i primi passi, è prevista la creazione di una nuova sezione del museo dedicato all’arte bizantina e al cristianesimo d’Oriente. La ministra francese alla Cultura, Roselyne Bachelot, ha salutato la nomina come “l’inizio di un nuovo capitolo della storia del più grande museo del mondo”.

Non sarà facile per lei eguagliare i numeri record raggiunti nella precedente gestione, quella di Jean-Luc Martinez, che tra il 2018 e il 2019 ha toccato la cifra di 10 milioni di visitatori. Ma la vera mission di Laurence del Cars è quella di traghettare il Museo in una nuova epoca, facendone un ponte tra passato e futuro. Un compito niente affatto facile. Ma se ci riuscirà, è probabile che anche i numeri le sorrideranno.

https://www.louvre.fr/

Louvre