La forma dell’ oro di Davide Monaldi

Milano

Sono due le opere con cui Davide Monaldi partecipa a La forma dell’oro, il progetto espositivo annuale curato da Melania Rossi, che indaga l’utilizzo dell’oro nella ricerca artistica contemporanea. Si tratta di due installazioni in cui l’artista marchigiano, classe 1983, in cui – come in altri suoi lavori – riesci a coniugare un linguaggio ironico ad una grande capacità tecnica. G.O.A.T.  è una cascata di finte medaglie d’oro appesa a lunghi nastri di raso colorati, mentre Weightlifting for dandy people è un bilanciere da palestra alle cui estremità si trovano dei piatti di porcellana con profili dorati.

Secondo Monaldi, infatti, il mondo dell’arte contemporanea e quello dello sport hanno diversi punti di contatto: la competizione, la spettacolarizzazione, la sfida e la prestazione, tematiche che si ritrovano spesso nelle sue installazioni e attraverso le quali riflette sulla sua identità di artista.

L’artista – che riproduce fedelmente in ceramica smaltata o terracotta oggetti di uso comune dando vita a un curioso mondo parallelo, dove cose apparentemente insignificanti, tolte dal loro contesto abituale ed elevate a dignità scultorea, diventano improvvisamente interessanti, acquistando nuovi e spiazzanti significati, nello specifico dell’opera G.O.A.T si è voluto riferire all’oro come sistema di valori legati al labile concetto di “migliore” e con Weightlifting for dandy people gioca sulla bizzarria di un’immagine che contiene due opposti per stile ed estetica.

Le opere di Davide Monaldi sono visibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7 dalla vetrina di via Monte di Pietà 23 a Milano.

Info: BUILDINGBOX dal 5 giugno al 2 luglio 2021

Davide Monaldi, G.O.A.T., 2017
Davide Monaldi, Weightlifting for dandy people, 2017

Articoli correlati