Gli artisti in residenza a Manifattura Tabacchi

Firenze

Antonio Bermudéz Obregón (1991, Bogotà), Edoardo Aruta (1981, Roma), Federica di Pietrantonio (1996, Roma), Oliviero Fiorenzi (1992, Osimo), Violette Maillard (Bourg La Reine, 1984) e Iper-Collettivo (Prato, Pistoia, Londra). Sono loro gli artisti vincitori delle residenze del Not a Museum, il programma di arte contemporanea di Manifattura Tabacchi. Due di loro noi di Inside Art li conosciamo particolarmente bene, perché sono già passati per il nostro Talent Prize. Sonoa i selezionati del Talent Prize 2019 (Edoardo Aruta) e Federica Di Pietrantonio (2020, premio speciale Fondazione Cultura e Arte – sezione emergenti).

I sei selezionati realizzeranno sei installazioni diffuse negli spazi di Manifattura, volte a mettere in discussione il rapporto esistente tra uomo e ambiente, sperimentando linguaggi ibridi in dialogo con un luogo di matrice industriale.

Si tratta del bando internazionale Superblast, il concorso internazionale che assegna sei premi per altrettante residenze a sei artisti multidisciplinari, un’iniziativa che pone al centro la valorizzazione della pratica artistica al di fuori dei luoghi tradizionalmente a essa associati, promuovendo lo sviluppo di progetti artistici in dialogo con gli spazi di Manifattura Tabacchi.

Ciascun artista avrà a disposizione 5.000€ per la produzione del proprio lavoro, uno spazio dove realizzarlo e 500€ per il rimborso delle spese di viaggio e trasporto.

Gli artisti selezionati esplorano molteplici forme d’arte, dall’installazione al suono, dalla scultura al video, intervenendo sui paradigmi precostituiti del pensiero occidentale in merito alla relazione tra natura e cultura, l’uomo e le altre specie viventi, l’individuo e la collettività e attingendo da un insieme semantico che spazia tra pensiero ecologico, linguaggi digitali, pratiche colonialiste, rapporti con l’industria, storia e politica.

La giuria che li ha selezionati è composta da Mario Cristiani, cofondatore di Associazione Arte Continua e di Galleria Continua (San Gimignano, Beijing, Les Moulins, Habana), Stefano Mancuso, neurobiologo vegetale e accademico, direttore di LINV International Laboratory of Plant Neurobiology e fondatore di PNAT, Erica Petrillo, scrittrice e curatrice che collabora con lo studio interdisciplinare 2050+ (Milano), Lucia Pietroiusti, curatrice di General Ecology presso Serpentine Galleries (Londra), Caterina Taurelli Salimbeni, curatrice di NAM – Not a Museum (Firenze).

Info: www.manifatturatabacchi.com | www.superblast.it

Articoli correlati