Dante Alighieri in digitale. Ci ha pensato Felice Limosani a dare vita virtuale alle vicende del Sommo Poeta

Firenze

Continuano le mostre su Dante Alighieri per celebrare il 700esimo anniversario della sua morte. Tra le più suggestive in programma c’è il progetto Dante. Il Poeta Eterno di Felice Limosani, che il Complesso Monumentale di Santa Croce a Firenze accoglierà dal 14 settembre 2021 al 10 gennaio 2022. Un’idea in cui si fondono la cultura umanistica e linguaggi digitali.

Attraverso la digitalizzazione del maestoso ciclo delle 135 incisioni ottocentesche di Gustave Dorè che rappresentano il viaggio ultraterreno di Dante dall’Inferno al Paradiso, attualizzate con un re-work originale mai visto prima, l’artista Felice Limosani ha costruito un percorso che attraversa la sacralità della Cappella Pazzi, l’architettura del Chiostro del Brunelleschi e il Cenacolo di Santa Croce.

Immagini retro illuminate in alta definizione, immagini animate con proiezioni, e movimento nelle immagini con visori di realtà virtuale, offriranno ai visitatori un’esperienza intima, ma anche interattiva e digitale, che non “spiegherà” la Divina Commedia ma “racconterà” Dante, la sua avventura umana, l’attualità del suo messaggio universale, la sua eredità culturale, morale e spirituale.

Incisione originale di Gustave Dorè © Alinari Collezione Privata (dettaglio)

Una mostra su Dante Alighieri unica, che offre un’esperienza di visita museale evoluta, rispettosa e aggiornata ai nuovi linguaggi; un progetto nato con l’obiettivo di restituire alla letteratura e all’arte il loro potere trasformativo, sperimentando in modo nuovo non solo la Commedia, ma anche il rapporto con l’opera d’arte in generale.

La mostra su Dante Alighieri rappresenta un’occasione fondamentale per elaborare un’esperienza didattica e formativa innovativa: in collaborazione con educatori, docenti, pedagoghi, psicologi, sociologi e neuroscienziati, grazie alla piattaforma di innovazione H-Farm di Treviso, i contenuti di Dante. Il Poeta Eterno continueranno a essere diffusi, trasformati in didattica interattiva nelle scuole e in esperienze terapeutiche in contesti di cura e riabilitazione sociale.

Tra le prime collaborazioni attivate, quelle con la Comunità di San Patrignano, la Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, l’Istituto Dino Compagni di Firenze e il Conservatorio San Niccolò di Prato.

https://www.felicelimosani.com/it

Articoli correlati