La Fondazione Biscozzi | Rimbaud inaugura un nuovo spazio per l’arte contemporanea con una prestigiosa collezione dedicata al ‘900

Uno spazio espositivo, dinamico, adatto per realizzare una programmazione artistica di alta qualità e che sia di massima sollecitazione, sociale e intellettuale, per il pubblico di Lecce e non. È stata questa la mission che ha spinto la Fondazione Biscozzi | Rimbaud ad aprire uno spazio espositivo nella città pugliese, offrendo così una sede fisica per l’omonima collezione che documenta una parte importante dell’arte italiana e internazionale del Novecento con oltre duecento opere tra dipinti, sculture e grafiche.
Lecce dunque da oggi, si arricchisce di un nuovo spazio espositivo, dove oltre all’ allestimento di mostre dedicate all’ arte del XX e XXI secolo, verrà svolta anche attività didattica.

Spazio Espositivo a Lecce
Collezione Biscozzi Rimbaud – Chighine, Milani, Milani


Una nuova realtà dedicata alla collettività, dunque, immaginata anche dal curatore Paolo Bolpagni, storico dell’ arte e direttore tecnico scientifico dello spazio, come un “centro delle arti”, dedicato all’esplorazione e alla condivisione delle possibilità che nascono dal dialogo tra discipline diverse: arti visive, architettura, video, cinema, ma anche musica, letteratura e teatro.

La collezione, che annovera artisti del calibro di Filippo de Pisis, Arturo Martini, Enrico Prampolini, Josef Albers, Alberto Magnelli, Luigi Veronesi, ma anche tra gli altri Fausto Melotti, Alberto Burri, Piero Dorazio, Renato Birolli, Tancredi Parmeggiani, Emilio Scanavino, Pietro Consagra, Kengiro Azuma, Dadamaino, Agostino Bonalumi, Mario Schifano, ha scelto per l’apertura al pubblico del nuovo spazio espositivo, di allestire un’ importante mostra temporanea di Angelo Savelli.

www.fondazionebiscozzirimbaud.it

Articoli correlati