Performance, lunedì termina il laboratorio al Mattatoio con la compagnia Agrupación Señor Serrano

Roma

Sono gli ultimi giorni del laboratorio al Mattatoio di Roma con Agrupación Señor Serrano, nell’ambito del Master PACS-Arti Performative e Spazi Comunitari. Lunedì termina questa esperienza con un collettivo che ha portato tutta la sua dialettica e conoscenza in questo momento di confronto.

Il lavoro dell’Agrupacion Senor Serrano, riconosciuto e premiato a livello internazionale, unisce performance, testi, video, suoni e modellini in scala per mettere in scena riflessioni sugli aspetti discordanti della contemporaneità, utilizzando la ricchezza di strumenti tecnologici innovativi e vintage per estendere i confini del loro teatro.
Leone d’Argento per l’innovazione teatrale alla Biennale di Venezia del 2015, al momento in tournée internazionale con diverse loro produzioni – Garden Center Europa (2019), Kingdom (2018), Birdie (2016), A house in Asia (2014), Brickman Brando Bubble Boom (2012) e Katastrophe (2011) – Agrupación Señor Serrano fa dell’esperienza laboratoriale e formativa un aspetto centrale della sua ricerca.

Così anche il laboratorio in corso al Mattatoio, a cura di Ilaria Mancia, è legato ad alcuni temi a cui la compagnia sta lavorando in questo momento e che forniranno i contenuti dei prossimi tre spettacoli Amazzoni (Olympus Volume 2), Olympus Volume 3 e Estinzione (una messa in scena di due composizioni musicali del rinascimento spagnolo, Messa di Battaglia e Messa pro Defunctis di Joan Cererols).

Agrupacion
Agrupacion

Grazie alla presenza in scena non soltanto dei performer ma anche di dispositivi digitali per la produzione di immagini, il loro progetto per il Master PACS analizza quali sono le potenzialità sceniche dell’utilizzo di una telecamera, di uno smartphone, di uno schermo e di come questi dispositivi influenzano la costruzione di una drammaturgia e lo sviluppo di un racconto teatrale.
Come affermano Alex Serrano e Pau Palacios, artisti fondatori della compagnia: «ll laboratorio consiste nel mettere insieme una costellazione di temi e argomenti con un dispositivo scenico e tecnologico specifico. Il dispositivo parte dalla nostra proposta scenica Olympus, una serie teatrale basata su una visione critica e dirompente dei miti greci destinata esclusivamente a un pubblico infantile. Attraverso uno sguardo complesso, audace e multi-referenziale, OLYMPUS è composto da vari episodi di 45 minuti, realizzati con un narratore sul palco che manipola modelli in scala, figure in miniatura, varie videocamere live e risorse online».
Il primo volume della serie OLYMPUS ha come protagonista Prometeo e ha debuttato gli scorsi mesi nel suo formato online e live.

https://www.srserrano.com/it/company/https://www.mattatoioroma.it/pagine/agrupacion-senor-serrano-laboratorio

Articoli correlati