L’Agnello Mistico dei Van Eyck, un’opera d’arte che supera la prova del tempo.

Gent

L’Agnello Mistico di Jan e Hubert Van Eyck è riconosciuta come una delle opere d’arte più influenti della storia. Per questo i fiamminghi continuano ancora oggi a riservargli un’attenzione e cura particolari, cercando di fargli vincere tutte le sfide del tempo e ad attualizzarne l’universalità.

E hanno preparato un nuovo inizio per questa straordinaria opera d’arte, segnato in agenda al 25 marzo 2021. In quella data, infatti, viene inaugurata la nuova ubicazione della Pala d’altare nella Cappella del Sacramento della Cattedrale di San Bavone a Gent. E contestualmente viene presentato anche il tanto discusso Visitor Centre, un luogo esperienziale in cui è possibile scoprire tramite la realtà aumentata gli spazi della Cattedrale e le opera in essa custodite.

Agnello mistico di Van Eyck
Polittico dell’Agnello Mistico. Foto Dominique Provost

L’OPERA D’ARTE
L’Agnello Mistico di Van Eyck è costituito da dodici pannelli, dipinti recto verso, con il più iconico, L’Adorazione dell’Agnello Mistico, al centro. Al momento del suo completamento, nel 1432, la creazione dei fratelli Van Eyck sorprese i contemporanei per la sua brillantezza, la vivacità e l’utilizzo dei colori. Dal 25 marzo, grazie a un importante progetto di restauro, il dipinto può essere contemplato dal pubblico in tutta la sua magnificenza, nella sua sede originaria – la cattedrale di San Bavone – ma in uno spazio e un contesto nuovo che esaltano la perfezione raggiunta dai Van Eyck 500 anni fa. Il visitatore vi accederà dalla Cripta della cattedrale, che è stata oggetto di un importante lavoro di ampliamento e ristrutturazione. Da qui avrà inizio un tour che permetterà di rivivere la travagliata storia del Polittico, per mezzo di una tecnologia all’avanguardia che si avvale della realtà aumentata.

Agnello mistico di Van Eyck
Adorazione dell’Agnello Mistico. Foto Dominique Provost

Nel corso dei secoli quest’opera d’arte ha viaggiato molto, dentro e fuori la Cattedrale. Numerosi sono anche i restauri di cui è stato protagonista, il più recente – eseguito dall’Istituto Reale per il Patrimonio Culturale (KIK-IRPA) – ha interessato l’immagine centrale del polittico e i pannelli del registro inferiore. Gli stessi pannelli sono stati protagonisti lo scorso anno della mostra Van Eyck – An Optical Revolution al Museo di Belle Arti (MSK) di Gent. Il dibattito sulla collocazione ottimale del Polittico si è protratto negli anni e, in previsione dell’apertura del Visitor Centre, è tornato in primo piano.

La Cappella Sacramento, nel deambulatorio, è risultata essere il luogo più adatto: sufficientemente spaziosa per accogliere la teca in vetro e consentire la visuale sia sui pannelli esterni che interni e adiacente alla cappella Vijd, sede originaria del Polittico. La tranquillità di questo spazio favorisce inoltre un incontro intimo con il dipinto. È qui che il polittico verrà trasferito dalla Cappella Villa (dove si trova attualmente) e troverà la sua nuova, definitiva collocazione dal 25 marzo 2021.

Agnello mistico di Van Eyck
Visitors Centre. Foto Bas Bogaerts

L’OPERA D’ARTE IN REALTÀ AUMENTATA
Grazie a un concetto innovativo nel campo della museologia, la Cattedrale si fa pioniera di un’offerta culturale e turistica che combina il patrimonio antico e la tecnologia più avanzata. Il visitatore potrà avvalersi di un assistente virtuale digitale personale, disponibile in 9 lingue, che lo guiderà da una cappella all’altra attraverso la storia della cattedrale e del Polittico. In ognuna delle cappelle, per mezzo di occhiali oppure di un tablet di realtà aumentata, sarà possibile vedere l’ambiente circostante, ma l’immagine in 3D si sovrapporrà a quella reale, diventando parte integrante dell’esperienza. La visione delle immagini sarà ulteriormente arricchita da una narrazione che trasporterà il visitatore indietro nel tempo all’epoca in cui il Polittico venne dipinto e attraverso la sua travagliata storia, tra furti e incendi, dal 1432 ad oggi.

Info: https://www.visitflanders.com/it/scegli-l-attivita/attrazioni/top/la-cattedrale-di-san-bavone-gent.jsp

Articoli correlati