Riapertura dei musei solo i giorni feriali, l’AMACI chiede al Governo uno sforzo in più

Roma

Il nuovo Dpcm entrato in vigore il 16 gennaio (fino al 5 marzo 2021) ha stabilito, tra le altre cose, la parziale riapertura dei musei: solo nei giorni feriali e solo nella zona gialla. Ma l’Associazione dei musei di arte contemporanea italiani (Amaci) ha fatto pervenire oggi un messaggio al Presidente del Consiglio e al Ministro dei Beni culturali e del Turismo per chiedere una revisione delle limitazioni.

Dopo oltre due mesi di chiusura completa dei musei e delle istituzioni culturali Amaci intende sottolineare come questa riapertura parziale rischi di penalizzare ulteriormente il loro ruolo e la loro funzione sociale, mettendo a rischio la sostenibilità, non soltanto economica e finanziaria, per molti di essi.

LA PROPOSTA
Amaci chiede che i musei e i loro rappresentanti vengano coinvolti nella valutazione sulle riaperture di questi luoghi in relazione, non soltanto all’indice del contagio, ma anche alla densità della popolazione e alla media annuale dei visitatori, in modo che possano essere fatte tutte le valutazioni necessarie affinché riescano a mantenere vivo il legame con il proprio pubblico e con il proprio territorio. I musei d’arte contemporanea non sono dei meri contenitori di opere d’arte o semplici sedi espositive: sono dei centri di studio e di produzione, dei punti di riferimento fondamentali per la comunità artistica e per l’intero suo sistema produttivo, duramente colpito dall’attuale situazione, oltre che degli importanti presidi per la lettura del presente. Verso tutti i soggetti di questo sistema diffuso, i musei d’arte contemporanea sentono un forte senso di responsabilità e per questo chiedono che il loro legame con le comunità di riferimento venga riconosciuto e non più delegato alle sole modalità digitali.

I musei d’arte contemporanea sono stati fin qui responsabili, attenti e rispettosi delle direttive anche in relazione alla situazione delle singole aree geografiche. Ora chiedono di continuare a fare la propria parte in relazione alle proprie specificità e alla propria funzione, di cui è fondamentale che si prenda coscienza, mettendoli nella condizione di esercitare, nelle forme e nei modi possibili, il proprio compito nei confronti della società.

L’AMACI
Si tratta dell’Associazione dei musei d’arte contemporanea italiani. L’associazione riunisce 24 tra i più importanti musei d’arte contemporanea del nostro Paese. Nata nel 2003 con lo scopo di sostenere l’arte contemporanea e le politiche istituzionali legate alla contemporaneità si propone di consolidare ogni anno di più il suo ruolo di realtà istituzionale e di punto di riferimento per la diffusione dello studio e della ricerca artistica contemporanea in Italia e all’estero.

MUSEI RAPPRESENTATI
Castel Sant’Elmo, Polo museale della Campania (Napoli)

Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea (Rivoli – TO)

Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana, Prato

Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee – Madre · museo d’arte contemporanea Donnaregina, Napoli

Fondazione Musei Civici di Venezia – Ca’ Pesaro, Galleria Internazionale d’Arte Moderna

Fondazione Museion. Museo di arte moderna e contemporanea, Bolzano

Fondazione Torino Musei – GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino

Fondazione Modena Arti Visive

Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, Verona

GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo

ICG – Istituto Centrale per la Grafica, Roma

Istituzione Bologna Musei | MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna

Kunst Meran Merano Arte

MA*GA – Fondazione Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Silvio Zanella, (Gallarate – VA)

MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma

MACTE Museo di Arte Contemporanea di Termoli

MAN_Museo d’Arte Provincia di Nuoro

Mart – Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto

MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Roma

Museo del Novecento, Milano

Museo Marino Marini, Firenze

MUSMA – Museo della Scultura Contemporanea Matera

PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, Milano

Palazzo Fabroni – Arti Visive Contemporanee, Comune di Pistoia

Articoli correlati