Bruce Nauman, la sua mostra per la riapertura di Palazzo Grassi

Venezia

Palazzo Grassi – Punta della Dogana riapre i battenti, inizialmente doveva farlo a marzo, ma la situazione ha imposto un leggero slittamento al 23 maggio. Con l’occasione si inaugura l’attesa mostra dedicata a Bruce Nauman, l’artista americano (Indiana, 1941) noto per la sua lunga ricerca legata allo studio d’artista come spazio di lavoro e di creazione, al corpo attraverso la performance, e al suono. Ovviamente l’incertezza delle attuali normative sanitarie potrebbe comportare eventuali slittamenti, ma al momento la data è confermata.

LA MOSTRA
Bruce NaumanContrapposto Studies” è a cura di Carlos Basualdo (The Keith L. and Katherine Sachs Senior Curator of Contemporary Art al Philadelphia Museum of Art) e Caroline Bourgeois (conservatrice presso la Pinault Collection) ed è realizzata in collaborazione con l’artista. La mostra rende omaggio a una delle personalità più significative del panorama artistico contemporaneo internazionale e alla fondamentale attività di approfondimento che ha portato avanti sul tema delle dottrine linguistiche, del suono e della filosofia.

Bruce Nauman ©Photography Michele Lamanna


Vincitore del Leone d’Oro alla Biennale di Venezia nel 2009, celebrato negli ultimi anni da numerose e importanti retrospettive, Bruce Nauman con la mostra a Palazzo Grassi presenta un percorso espositivo inedito, in grado di portare nuova luce sulla propria produzione, affiancando a lavori storici un nucleo di opere più recenti, alcune delle quali esposte per la prima volta in Europa in questa occasione.
 
Dagli anni Sessanta sino a oggi, Bruce Nauman ha esplorato linguaggi artistici diversi, dalla fotografia alla performance, dalla scultura al video, sperimentandone le potenzialità concettuali e indagando la definizione stessa di pratica artistica. In particolare, la mostra rende omaggio a una serie di video realizzati negli ultimi cinque anni a partire dalla rivisitazione di uno dei primi lavori in cui Nauman sperimentava l’uso delle immagini in movimento: il celebre “Walk with Contrapposto” del 1968.  
Il termine Contrapposto indica una formula compositiva tipica della scultura classica, in cui la figura umana è rappresentata attraverso una leggera torsione del busto intorno a un asse, alla ricerca di un bilanciamento tra le membra che emerge dalla contrapposizione delle masse. A partire dalla statuaria dell’antica Grecia, il contrapposto classico ha attraversato tutta la storia dell’arte, dal Rinascimento sino alle sperimentazioni contemporanee firmate da Bruce Nauman.

Bruce Nauman, Walks In Walks Out, 2015. Pinault Collection and Philadelphia Museum of Art. © Bruce Nauman / Artists Rights Society (ARS), New York, Courtesy Sperone Westwater, New York

Con la serie “Contrapposto Studies” – che include “Contrapposto Studies, I through VII,” 2015/16, “Walks In Walks Out,” 2015, “Contrapposto Split”, 2017, e “Walking a Line”, 2019 – per la prima volta Bruce Nauman riprende un’opera storica della sua produzione. Sfruttando le possibilità offerte dall’evoluzione tecnica di oggi, Nauman ha potuto superare i limiti imposti dalla tecnologia all’epoca della produzione del primo “Walk with Contrapposto” che ritraeva l’artista avanzare lungo un corridoio di legno allestito nel suo studio mentre si sforzava di mantenere la posa chiastica, dando vita a un nuovo corpus di opere in cui di fatto realizza qualcosa che prima non era tecnicamente possibile.
 
Bruce Nauman con la mostra a Palazzo Grassi si inserisce nel programma di monografiche realizzate a Punta della Dogana con il coinvolgimento diretto degli artisti protagonisti del progetto espositivo. L’obiettivo dell’Istituzione è dare vita a percorsi espositivi unici, pensati ad hoc per gli spazi veneziani della Pinault Collection, che sviluppino punti di vista inediti sull’opera dei grandi maestri.
 
La mostra sarà anticipata da un ciclo di art conversations dal titolo “Nauman Archive for the Future” condotte dai curatori Carlos Basualdo e Caroline Bourgeois insieme ad artisti, storici dell’arte, ballerini, performer e musicisti proveniente da tutto il mondo. Prendendo come punto di partenza la mostra a Venezia, i diversi protagonisti discuteranno del lavoro di Bruce Nauman e del suo potenziale impatto futuro.
Nairy Baghramian, Elisabetta Benassi, Boris Charmatz, Teodor Currentzis, Anne Imhof, Lenio Kaklea, Elisabeth Lebovici, Ralph Lemon, Paul Maheke, Philippe Parreno e Tatiana Trouvé sono gli ospiti invitati a partecipare a questo dibattito.
La serie di conversazioni sarà presentata online sul canale YouTube e sul sito web di Palazzo Grassi – Punta della Dogana, come approfondimento alla mostra.

Info: https://www.palazzograssi.it/it/

Bruce Nauman, Contrapposto Studies, I through VII, 2015-16. Pinault Collection and Philadelphia Museum of Art. © Bruce Nauman / Artists Rights Society (ARS), New York

Articoli correlati