Il premio del MAST

Bologna

Va avanti la programmazione online di Fondazione MAST sul sito www.mast.org con le video interviste dei cinque protagonisti della mostra MAST Photography Grant on Industry and Work 2020, il concorso fotografico biennale su industria e lavoro dedicato ai talenti emergenti promosso dalla Fondazione MAST. I progetti fotografici dei cinque finalisti esposti, a cura di Urs Stahel, indagano temi di attualità come i danni ambientali, l’identità femminile, il design industriale, l’intelligenza artificiale e la globalizzazione. A loro sono dedicati i video che la fondazione ha realizzato per farne conoscere la poetica. Ecco chi sono.

ALINKA ECHEVERRÍAApparent Femininity
La vincitrice della sesta edizione del MAST Photography Grant on Industry and Work, alla soglia della quarta rivoluzione industriale, indaga alcune immagini di femminilità, guardando al ruolo svolto dalle donne agli albori dell’industria del cinema e della programmazione informatica.

CHLOE DEWE MATHEWSFor a Few Euros More
La fotografa inglese mostra i danni ambientali causati dalla coltivazione intensiva nel Mar de Plástico, un’enorme distesa agro-industriale nella Spagna meridionale, dove si produce la metà della frutta e verdura destinata ai supermercati di tutta Europa.

AAPO HUHTASorrow? Very Unlikely
Aapo Huhta esplora il mondo dell’Intelligenza Artificiale e mostra come “la macchina” legga in modo eticamente sospetto le immagini, sollevando dubbi sulle modalità di implementazione dei software.

MAXIME GUYONAircraft
Maxime Guyon usa il mezzo fotografico al massimo delle sue potenzialità per restituirci gli aspetti tecnologici e le alte prestazioni degli aerei.

PABLO LÓPEZ LUZBaja Moda
Il fotografo messicano si concentra sulle vetrine dei negozi di abbigliamento in America Latina, che resistono all’omologazione imposta dall’industria globale della moda e porta la riflessione sul paesaggio urbano quale luogo privilegiato per cogliere le trasformazioni sociali e culturali.

IL PREMIO
Nato nel 2007 per sostenere la ricerca sull’immagine dell’industria e del lavoro e dare voce ai talenti emergenti, il MAST Photography Grant on Industry and Work, promosso da Fondazione MAST, consente ai giovani fotografi che vincono la borsa di studio di sviluppare un progetto su industria e lavoro e di realizzare una mostra accompagnata da un catalogo. Nel tempo il concorso ha contribuito alla creazione di una raccolta fotografica di artisti contemporanei che ora fanno parte della storica e articolata collezione di fotografia industriale della Fondazione MAST, curata da Urs Stahel. Spiega il curatore: «Ogni due anni, la Fondazione MAST, attraverso il Premio offre a giovani fotografi l’opportunità di confrontarsi con le problematiche legate al mondo dell’industria e della tecnica, con i sistemi del lavoro e del capitale, con le invenzioni, gli sviluppi e l’universo della produzione. E spesso il loro sguardo innovativo e inedito ci costringe a scontrarci con incongruenze, fratture, fenomeni e forse perfino abissi che finora avevamo trascurato o cercato di non vedere». I progetti selezionati per questa sesta edizione sono diversi tra loro, ma legati dall’attualità dei temi affrontati e dalla molteplicità dei mezzi di rappresentazione scelti.

 

Articoli correlati