Eventi

Sten Lex a Milano

Un progetto artistico per affrontare il tema del lavoro sociale, in prospettiva di un mondo post-epidemia in cui i valori di integrazione, comunità e bene comune diventino pilastri del vivere civile. Con questo intento il duo Sten Lex è stato coinvolto nel progetto Residenza Urban Art, un’iniziativa collettiva che ha visto la collaborazione tra i due artisti e la popolazione delle aree circostanti via Padova a Milano, per la realizzazione di un murale sull’ex Convitto Trotter. Il programma rientra nell’alveo delle attività promosse da ”Lacittàintorno”, il format voluto da Fondazione Cariplo per un ripensamento e un’emancipazione sociale e culturale delle periferie.

LE FASI DI LAVORO
La prima fase della progettualità ha previsto l’attivazione di un network digitale, aperto a curatori, scuole, critici e appassionati d’arte e urban artist, artisti e cittadini, utile ad approfondire, tramite dibattiti e momenti di confronto, il tema proprio dell’opera: il lavoro. E a tale proposito si è esplorata la varietà del lavoro vocato alla rigenerazione territoriale e sociale. L’opera doveva rappresentare, infatti, la sintesi e il manifesto del ”bene comune” a cui si intende dare valore.

Nella fase successiva il duo Sten Lex ha definito il soggetto e le modalità realizzative del murale, tenendosi in costante dialogo con le realtà coinvolte secondo un’ottica di committenza di comunità. La concreta realizzazione dell’opera è durata circa due settimane e la cittadinanza ha avuto modo di seguirla attraverso post sui social in cui non sono mancati i ”behind the scenes” e approfondimenti di varia natura.

Da ultimo ci si è concentrati sulla comunicazione dell’opera e sull’attivazione di ulteriori panel per analizzare l’eredità artistica, culturale e sociale che il progetto ha portato al territorio e alla città in generale.

IL CONTESTO
L’opera di Sten Lex si inserisce in un sistema locale creato per fare crescere l’arte nello spazio pubblico. Si va ad aggiungere, infatti, ai murales già realizzati sui ”muri liberi” della ferrovia in via Pontano, del Parco Trotter e del liceo Caravaggio e a Tunnel Boulevard, la riqualificazione dei tunnel ferroviari tra via Padova e viale Monza grazie all’urban art e all’art design. Tutte azioni che la Fondazione Cariplo sta promuovendo dando vita a un vero e proprio network urbano, di cui fanno parte associazioni territoriali, collettivi artistici, comitati di quartiere e i vari player istituzionali del Comune di Milano. 

Commenti