Ultimora

Un’asta online con 37 artisti per sostenere lo Spallanzani

37 artisti per 37 giorni con 37 versioni diverse dell’Amabie, lo yokai giapponese che scongiurava le catastrofi, come le epidemie. Il progetto è un’idea di Paulina Bebecka, direttrice della galleria Postmasters di Roma, che, insieme al curatore Valentino Catricalà, ha messo in piedi una collettiva virtuale che coinvolge molti artisti, chiamati a confrontarsi con questa figura iconica della cultura mistica giapponese, il cui ruolo simbolico è particolarmente calzante in questo momento. Ognuna delle 37 opere sarà messa all’asta e il ricavato sarà devoluto all’Istituto Spallanzani di Roma, per sostenere la ricerca sul coronavirus.
Gli yokai sono figure mitologiche della tradizione antica  giapponese e Amabie era uno di loro, veniva descritto come una creatura simile a una sirena, che prima di scomparire in mare diede alla popolazione consigli in caso di epidemie. Da qui nacque la sua funzione profetica, in particolare come simulacro contro le malattie endemiche.

L’iniziativa ha origine da uno spunto di riflessione tra la gallerista e l’artista Giovanni Garcia-Fenech, la cui mostra in galleria è stata momentaneamente sospesa. È stata lei, infatti, a chiedergli di mettere all’asta online uno dei disegni della mostra. Quello scelto dall’artista è stato proprio il bozzetto raffigurante l’Amabie, che ha innescato un ragionamento sfociato, alla fine, nella collettiva. «Come un virus – ha spiegato il curatore Catricalà – l’Amabie riflette le parti più profonde di noi stessi, trae energia dagli abissi delle nostre anime. Se un virus è un agente infettivo submicroscopico che si replica all’interno delle cellule viventi di un organismo, l’Amabie si replica nelle nostre cellule simboliche di coscienza e ci dà un modo per riflettere sulla nostra condizione». A partire dal 22 aprile, ogni giorno sul profilo Instagram #PostmastersROMA sarà postata un’opera di uno degli artisti partecipanti. Ecco i loro nomi: Antoni Abad, Marco Cassani, Canyon Castator, Jen Catron and Paul Outlaw, Monika Cook, Diana Cooper, Malù Dalla Piccola, Federica Di Carlo, Kenny Dunkan, Inka Essenhigh, Anna Frantz, Giovanni Garcia-Fenech, Alessandro Giannì, Davor Gromilovic, Elena Gubanova, David Humphrey, Jakob Kudsk Steensen, Ted Lawson, Miltos Manetas, Alex McLeod, Eric Mistretta, Rebecca Morgan, Christina Nicodema, Pietro Pasolini, Piero Passacantando, Donato Piccolo, Signe Pierce, Daniele Puppi, Christian Rex van Minnen, Rafaël Rozendaal, Sudarshan Shetty, Sally Smart, Emma Stern, Radek Szlaga, Ryan Travis Christian, Nicola Verlato e Giovanni Vetere.

Commenti