Eventi

Arte homemade

La situazione attuale a causa del Covid-19, impensabile fino a poco più di un mese fa, costringe tutti a casa in una situazione non facile, ma che sta anche portando a rivalutare gli spazi in cui viviamo e, in essi, il modo in cui viviamo. Nella casa riscopriamo la necessità del saper fare, del realizzare autonomamente ciò che ci è necessario, un’esigenza che si rivela esistenziale, ancor prima che pratica. Nell’aprile del 1974 Enzo Mari presentava alla Galleria Milano la sua poi celebre mostra Proposta per un’autoprogettazione, dove offriva disegni progettuali e istruzioni per la realizzazione di mobili destinati alla creatività e inventiva di chiunque volesse cimentarsi a costruirli autonomamente, nella propria abitazione. Un invito a sottrarsi ai meccanismi produttivi dominanti, su larga scala, recuperando quindi la capacità manuale e con essa l’autonomia realizzativa. 

Sulla scorta di questa esperienza, la galleria ha lanciato l’iniziativa Autoprogettazione, coinvolgendo circa settanta artisti che diano istruzioni per realizzare un’opera d’arte. Gli artisti coinvolti offrono gli spunti al pubblico per accompagnarlo nella creazione di un’opera. L’autoprogettazione racchiude in sé, quindi, una doppia possibilità: creare un’opera autonomamente e, attraverso l’arte, auto(ri)progettare la propria esistenza. I progetti con tutte le istruzioni per la loro realizzazione sono pubblicati sul sito ufficiale autoprogettazione.com e sulla pagina instagram @autoprogettazione e quotidianamente ne verranno aggiunti di nuovi.
Le persone a casa sono invitate a condividere le proprie realizzazioni postandole su Instagram con il tag @autoprogettazione e @galleria.milano e gli hashtag #autoprogettazione #galleriamilano #iorestoacasa #laculturanonsiferma

Per chi non fosse iscritto ai social, si possono inviare a autoprogettazione2020@gmail.com.

Commenti