Ultimora

Il MAXXI celebra Gio Ponti

A quarant’anni dalla scomparsa di Gio Ponti (Milano, 18 novembre 1891 – Milano, 16 settembre 1979) il MAXXI, Museo delle Arti del XXI secolo, organizza una retrospettiva dedicata al grande architetto e designer italiano fra i più importanti del dopoguerra. L’esposizione, dal titolo Gio Ponti. Amare l’Architettura, curata da Maristella Casciato, Fulvio Irace con Margherita Guccione, Salvatore Licitra, Francesca Zanella, presenta materiali archivistici, modelli, fotografie, libri, riviste e, più in generale, oggetti che permettono di approfondire il lavoro di un artista così poliedrico (lo si può definire architetto, designer, scrittore, poeta, art designer) da lasciare traccia dei propri lavori in tutto il mondo. Nelle otto sezioni della mostra i visitatori potranno trovare, infatti,  disegni di oggetti d’uso quotidiano, invenzioni di soluzioni spaziali per la casa moderna fino alla realizzazione di progetti complessi calati nel contesto urbano come i grattacielo Pirelli a Milano o la cattedrale di Taranto.

La mostra rimarrà visibile fino al 20 aprile 2020.

Commenti