Eventi

Perfide

Cattivissimo me? No, cattivissime loro. Anzi, perfide. Certo, pallottoliere alla mano nella letteratura per ragazzi ci sono otto volte più cattivi maschi che femmine. E queste ultime sono quasi sempre streghe. La storia insegna, però, che negli anni si sono succedute donne davvero crudeli. Da qui l’idea di Perfide, curioso volume di 128 pagine (15 euro) pubblicato da Hop edizioni e realizzato a quattro mani: testi di Roberta Balestrucci Fancellu e illustrazioni di Jessica Cioffi (in arte Loputyn). Il risultato finale è una raccolta appassionante a appassionata di ritratti e storie di donne realmente vissute che hanno agito nei peggiori dei modi, forti di un’innata cattiveria sulla quale hanno fatto leva per ottenere (o mantenere) il potere, resistere a imposizioni, avere giustizia oppure replicare a una passione travolgente. Opportunità negate, necessità di affermazione, senso di riscatto sociale: da Lucrezia Borgia a Maria la sanguinaria, dalla Monaca di Monza ad Elizabeth Bathory fino ad Elizabeth Nietzsche ed Elena Ceaușescu, le ”cattive di qualità”, ieri come oggi, non smettono di affascinare e destare curiosità. Un elenco, questo, «che era già definito quando ho iniziato il lavoro, ma auspico che il volume sia uno spunto per continuare la ricerca di più perfide possibile – almeno così è stato per me – e ne sto trovando tante altre», afferma Cioffi, che (va da sé) ha una ”perfida” nel cuore. «In principio ero affascinata dall’idea di disegnare Elizabeth Bathory, per la sua fama e il suo stile. Ma durante i lavori mi sono affezionata alla militare giapponese Tomoe Gozen». Per quale ragione? «Alcune perfide fanno paura per freddezza e ingegno, ma altre, come lei, hanno una storia tragica alle spalle. L’empatia mi ha fatto viaggiare con la mente fino ai suoi tempi», replica l’illustratrice. Parola a Balestrucci Fancellu, autrice dei testi di Perfide, che spiega: «Il volume nasce dopo una prima pubblicazione, sempre con Hop edizioni, Storie di grandi uomini e delle grandi donne che li hanno resi tali illustrato da Susanna Gentili. Questa volta raccontiamo altre donne fuori dal comune. Se ci fate caso, infatti, ciò che cattura l’attenzione di bambini, ragazzi e adulti è proprio il ”lato oscuro” di una vicenda, l’antagonista è sempre colui che rapisce il lettore. La storia, purtroppo, è ricca di personaggi del genere. Molti di loro sono donne». In merito alla scelta dei personaggi, l’autrice rammenta: «Prima abbiamo fatto una selezione, e poi Jessica ha iniziato a illustrare le varie scene e dar vita, attraverso i ritratti delle protagoniste, a tutto il lavoro. Io inviavo le storie, e lei illustrava. Siamo partite così, da semplici nomi e cognomi». E anche tu, come Cioffi, hai una perfida preferita? «Ce ne sono diverse in realtà, e il primo posto se lo giocano Madame Popova, vendicatrice delle mogli, ed Elsa Maxwell, giornalista pioniera del gossip. Però, quest’ultima ha un non so che di magico, forse proprio la sua perfidia, sottile e intrigante, che era quasi un modo di sopravvivere alla finzione costante dell’allora mondo dello star system. E mentre raccontavo di lei ho capito una cosa: per essere davvero perfide, bisogna saper sorridere».

Info: www.hopedizioni.com

 

Commenti