Ultimora

L’uomo Vitruviano, per ora, resta in Italia

A dirlo sono i TAR del Veneto e del Lazio che, accogliendo il ricorso di Italia Nostra, hanno sospeso il prestito dell’opera più famosa di Leonardo da Vinci conservata all’ Accademia di Venezia. Il disegno era atteso a Parigi per l’imminente apertura di una mostra al Louvre dedica al genio toscano e organizzata in occasione dei 500 anni della sua morte. Contestato dal tribunale amministrativo regionale il Memorandum d’intesa siglato lo scorso 24 settembre tra il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini e il suo omologo francese Franck Riester che regolava lo “scambio” di alcune opere di Leonardo con altri lavori di Raffaello. La motivazione? Sono le soprintendenze a dover gestire i prestiti e non il governo. Il Ministero, incredulo, adesso attende la sentenza ufficiale prevista per il prossimo 16 di ottobre e nel frattempo…l’opera rimane in Italia.

Commenti