Ultimora

Hermann Nitsch a Roma


Hermann Nitsch torna a fare vibrare la Capitale. Il maestro dell’Azionismo viennese viene da Vienna per riaccendere i riflettori sulla sua dialettica, sempre dirompente e spiazzante. Presenta domani una mostra e una performance all’atelier Montez, a Pietralata. Una raccolta di disegni e un concerto d’organo in situazione, sono questi i due momenti più significativi del progetto Nitsch e il suo doppio. Un’iniziativa partorita e prodotta da Gio Montez (al secolo Giorgio Capogrossi) in collaborazione con il Forum di cultura austriaca di Roma e la fondazione Nitsch di Vienna.

Risale al lontano 1974 la Aktion n. 45 una fra le prime azioni eseguita da Hermann Nitsch in Italia, a Napoli, allo Studio Morra. ”Durante l’azione in via Calabritto intervenne la polizia, c’erano circa trecento persone che andavano e venivano e quindi tutta la scala del palazzo si era imbrattata di sangue. Gli inquilini si lamentarono allarmati e fecero intervenire le forze dell’ordine. Quando Hermann li vide, fece cenno ai musicisti di suonare ancora e più forte, lui avrebbe continuato l’azione (era il 1974!)” – ricorda Giuseppe Morra nel suo libro Morra & Nitsch biografia di un’amicizia. Ci fu un enorme scandalo e la notizia fini su tutti i giornali; numerosi furono gli arresti e Nitsch fu espulso dall’Italia.

La mostra inaugura giovedì 10 ottobre alle ore 19 all’atelier Montez, in via di Pietralata 147 a/b
Info: www.montez.it 

Commenti