Ultimora

Il viaggio onirico di Agostino Iacurci

Volete sapere che cosa succede quando un artista contemporaneo, visionario, decide di reinterpretare a suo modo il De Architectura di Vitruvio, cioè l’unico testo di architettura giunto integro dall’antichità e divenuto il fondamento teorico dell’arte occidentaleNon perdete allora Agostino Iacurci. Tracing Vitruvio. Viaggio onirico tra le pagine del De Architectura, il progetto site specific che Agostino Iacurci ha concepito, per i Musei Civici di Pesaro che riesce in modo eccellente a coniugare forme del passato e visioni contemporanee. Curata da Marcello Smarrelli, la mostra di Iacurci – artista classe 1986, divenuto noto in tutto il mondo soprattutto per i suoi monumentali dipinti murali –  è composta da opere tridimensionali e pittoriche dal carattere fortemente scenografico, capaci di creare una dimensione suggestiva e coinvolgente che accompagna la presentazione di dieci diverse edizioni del De Architectura, provenienti dalla Biblioteca Oliveriana. L’intervento di Iacurci, infatti, parte proprio da quelle immagini che artisti del passato avevano realizzato, attraverso la tecnica dell’ incisione, per illustrare gli scritti di Vitruvio  fornendo però a questi una nuova e originale interpretazione attraverso il suo sguardo contemporaneo, intelligente e ironico, con una componente fortemente onirica.

Info Palazzo Mosca – Musei Civici fino al 13 ottobre 2019.

Commenti