Ultimora

Palazzo Biscari si apre al contemporaneao

Una composizione di specchi e strutture in acciaio che con continue sovrapposizioni di immagini e moltiplicazioni delle figure trasforman completamente gli spazi in qualcosa di nuovo. Questo, e tanto altro, sarà quello che da oggi 8 luglio i visitatori del sontuoso Palazzo Biscari di Catania, si troveranno davanti. Il progetto, curato da Ludovico Pratesi e Pietro Scammacca, prevede, infatti, un nuovo allestimento per il Palazzo, “arricchito” per alcuni mesi da una selezione delle opere della Collezione Sandretto Re Rebaudengo di Torino. L’iniziativa, promossa dalla Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, presieduta dal Prof. Avv. Emmanuele F. M. Emanuele, prevede in particolare il posizionamento di diversi lavori della Fondazione in due parti precise del palazzo: WeltenLinie, l’installazione ambientale dell’artista Alicja Kwade - prodotta dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo in occasione della 57esima Biennale di Venezia -  la si trove nel Salone delle Feste (aperta fino al 24 agosto 2019) mentre la mostra collettiva intitolata La stanza analoga è visibile negli appartamenti dell’Ala di Levante del palazzo, aperti al pubblico per la prima volta (fino al 7 settembre 2019). L’esposizione, che riunisce 20 artisti della Collezione di diverse generazioni, e naturalmente l’installazione di Kwade, mettono in atto una critica della rappresentazione attraverso linguaggi e medium diversi entrando perfettamente il realizzazione con gli interni ornamentali del palazzo. La mostra è accompagnata da un programma didattico curato dal dipartimento educativo della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo volto alla formazione di un gruppo di studenti dell’Università dei Studi di Catania che diventeranno i mediatori culturali della mostra.

Commenti