Ultimora

Banksy veste a sorpresa Stormzy con un gilet a prova di pugnale

Qualche giorno fa Banksy ha fatto una nuova apparizione, questa volta vestendo il rapper britannico Stormzy per la sua esibizione al celebre festival di Glastonbury. L’artista, a insaputa del cantante, gli ha fatto avere un giubbotto antiproiettile con una grande Union Jack stampata sulla parte frontale. Una bandiera a prova di pugnale. Ironico? Polemico? Come sempre Banksy lascia il segno. La sua ultima performance si è preparata completamente su Instagram, come al solito. Tutto è iniziato con il concerto.

Qualcuno ha detto che la performance di Stormy sia stata memorabile. C’è chi l’ha definita iconica, chi storica. Gli applausi non sono arrivati solo dai fan ma anche dai colleghi, come Adele che ha reso omaggio al collega su Instagram. Il primo artista nero ad esibirsi come solista in uno degli eventi musicali più noti e storici della Gran Bretagna che si svolge, per tre giorni, a fine giugno da 49 anni. Fino a lì nessuno ancora si era accorto di nulla. A qualche giorno di distanza, sempre su Instagram, arriva una nuova notizia che racconta un particolare importante di quella serata. Il gilet che ritraeva la Union Jack, la bandiera britannica, non era un capo d’abbigliamento qualsiasi. Lo ha progettato e realizzato un’altra figura controversa ma amatissima dei nostri tempi per i suoi graffiti dissacranti e politicamente impegnati: Banksy. Un gilet, ha evidenziato l’artista senza carta d’identità, a prova di pugnale. ”Ho creato un gilet a prova di pugnalata personalizzato e ho pensato ‘chi potrebbe indossarlo?” Poi l’illuminazione: ”Stormzy a Glastonbury”. Il rapper ha affermato di non avere idea di chi fosse dietro il design in bianco e nero, rispondendo su Twitter dicendo che era ”assolutamente senza parole”.

 

Commenti