Ultimora

La nuova installazione site specific di Alfredo Pirri

/div>

Un bosco di bambù con al centro un lampione ”d’artista”. Ecco l’installazione site specific dal titolo All’imbrunire, 2019, che Alfredo Pirri ha appena realizzato per la città di Livorno. Al centro della ricerca dell’ artista, classe 1957, si ritrova un tema a lui caro: la relazione tra passato e futuro questa volta presentata attraverso il recupero e la trasformazione plastica e cromatica di un candelabro della Terrazza Mascagni e con il colore, la luce e il bambù e la creazione di una scultura vegetale capace di trasparenza tra le architetture, penetrabile dalle persone, dal vento e dalla luce. Con questa installazione, curata da Paola Tognon e visibile nella corte del Museo della città, l’artista somma, infatti, due riflessioni e una necessità: dare forma ordinata al terreno al centro dei due edifici che costituiscono il complesso museale e caratterizzare l’intervento con una sensibilità altra da quella di un’opera monumentale in senso tradizionale. Il bambù, infatti, che in circa due anni crescerà fino a raggiungere circa 10 metri l’altezza, creerà una sorta di bosco regolare nel quale potersi addentrare e raggiungere l’isola centrale illuminata. Uno spazio in divenire, dunque, dedicato alla riflessione e all’incontro.

L’installazione di Pirri è, inoltre, accompagnata da 33 disegni preparatori che il maestro cosentino ha realizzato sul suo taccuino e trasposto poi su carta cotone visibili nello Spazio Lanterna. Accanto ai disegni anche una grande scultura, White Cube, 2006 che, attraverso forme tridimensionali e colore, restituisce la ricerca plastica e luminosa di Alfredo Pirri. Nella volontà dell’artista lo spazio pubblico che precede quello museale e della biblioteca Labronica diventa così luogo di relazione e visione tra esterno ed interno e di libero incontro.L’intervento di Alfredo Pirri si inserisce nel progetto inciampi (14 marzo – 29 settembre 2019) sempre a cura di Paola Tognon per i Musei civici di Livorno.

 

Commenti