Ultimora

L’Italia apre le porte dei suoi capolavori grazie al FAI

1100 luoghi meravigliosi in tutta Italia aperti al pubblico grazie alle Giornate FAI di Primavera. L’iniziativa, giunta alla sua XXVII° edizione, permette grazie ai volontari del Fondo Ambiente Italiano e alla collaborazione di giovani studenti delle scuole superiori, di ammirare le nostre città con occhi nuovi: angoli segreti, capolavori poco conosciuti o opere d’arte spesso nascosti, tutto aperto al pubblico solo per questa occasione. Ogni città aprirà le porte per i più curiosi e in particolare si potranno ammirare location suggestive come: il Complesso di San Firenze a Firenze (uno tra i maggiori esempi di Barocco in Italia); l’ Hotel Bristol Palace di Genova (in cui l’atmosfera liberty ha incantato Hitchcock che scelse proprio questa location per girare il suo capolavoro Vertigo); Il Cisternone del Poccianti di Livorno (che rappresenta l’unico esempio di materializzazione delle visioni cartacee degli architetti della rivoluzione francese del XIX secolo Boullée e Ledoux); il Feseeum di Perugia (l’originale museo realizzato tra il 1959 e il 1980 dall’artista Brajo Fuso); Il teatro dei Risvegliati di Pistoia (la cui facciata principale si rifà alla Scala); Villa Doria D’Angri (sede di rappresentanza del’Università Parthenope); Palazzo Ducale di Modena (costruita quando Modena divenne capitale del Ducato); Sant’ Antonio Abate a Milano (dove Mozart eseguì per la prima volta Exsultaltate jubilate); Palazzo Fava da San Domenico a Bologna (che risale al seconda metà del Cinquecento); Palazzo Ducale del Giardino di Parma (adornato da affreschi di Girolamo Mirola, JacopoZanguidi detto il Bertoja, Agostino Carracci e tanti altri).

E ancora tanti altri da non perdere. L’ingresso ha un contributo suggerito a partire da 3 euro. Per info ed eventuali prenotazioni www.fondoambiente.it

Commenti