Ultimora

Con Bulgari rinasce l’area sacra di Largo Argentina


Ora è il momento dell’
area sacra di Largo Argentina e il mecenate è sempre Bulgari.

Dopo l’intervento per il restauro della scalinata di Trinità dei Monti, la maison Bulgari infatti continua ad impegnarsi per Roma siglando una nuova convenzione con il comune di Roma per la donazione di 500.000 euro per una serie di interventi volti alla riqualificazione dell’ area sacra di Largo Argentina. Alla cifra stabilità in questo accordo si aggiunge un’altra somma leggermente inferiore (poco più di 485.000 mila euro) proveniente dai fondi elargiti per il restauro della scalinata di Trinità dei Monti, così come previsto nella convenzione stipulata nel 2014 in cui si stabiliva che gli eventuali residui sarebbero stati destinati ad altri interventi sul patrimonio culturale di Roma Capitale.

Per Bulgari Roma è sempre stata una grande fonte di ispirazione” spiega Jean Christophe Babin  e il ceo della Maison e l‘opera di valorizzazione renderà il sito più vicino ai romani e ai tanti turisti che vengono qui. Un gesto d’amore e che ci conviene, perché  più brilla la città di Roma e più brilla il gioielliere di Roma, ovvero Bulgari”.

L’area archeologica di Largo Argentina oggi rappresenta il più esteso complesso di epoca repubblicana – ospitando quattro templi romani che vanno dal IV al II secolo a.C – e custodisce il basamento di tufo della Curia di Pompeo, dove avvenne l’assassinio di Giulio Cesare in occasione delle Idi di Marzo il 15 marzo del 44 a.C.

La sovrintendenza sta ultimando le questioni burocratiche per la conclusione della fase progettuale e per l’affidamento dei lavori che si dovrebbero concludere alla fine del 2021 e che trasformeranno quest’ area in un museo a cielo aperto che, come ha sottolineato la sindaca Virginia Raggigrazie a questo gesto d’amore di Bulgari verrà riconsegnato alla città e ai cittadini“. 

 

 

 
 

Commenti