Ultimora

Nina Carini in mostra alla NM> contemporary

Gli spazi della galleria nm>contemporary ospitano la personale di Nina Carini a cura di Angela Madesani.
La mostra, dal titolo Are my eyes distracting my hearing?, realizzata grazie al contributo sonoro di Andrea Ferrario, docente di tecnologia del suono all’Accademia della Scala di Milano, ha inaugurato lo scorso 28 gennaio e presenta molti lavori inediti che caratterizzano la poetica della giovane arista italiana: dai disegni con il filo, alle installazioni e ai video.
Nell’esposizione, visitabile fino al 5 aprile 2019, l’artista presenta una nuova produzione caratterizzata dall’utilizzo del cerchio e della spirale, temi cari a Carini, e da nuove riflessioni sul linguaggio e in particolare sui limiti di quello interpersonale.
Di particolare impatto l’opera Cielo e Acqua che deriva da una ricerca sui suoni delle profondità del Mediterraneo realizzata in collaborazione con 
Gianni Pavan, responsabile del centro di bioacustica dell’Università di Pavia. Il risultato è un’opera dove acqua e cielo si fondono nella tensione dell’infinito ed evocano due dimensioni “quasi impossibili” all’uomo ma, secondo l’ artista, forse fonte di salvezza.
Lavori dal fortissimo impatto emotivo che caratterizzano con fermezza la produzione artistica di Nina Carini che 
è tra i finalisti del Premio Fondazione VAF 2019 la cui premiazione si terrà il 15 Marzo al Mart di Rovereto.

info: dal 24 gennaio al 5 aprile 2019, nm>contemporary, rue de la Turbie, Principato di Monaco 

 

Commenti