Eventi

Ecco il Talent Prize 2015

Da giovedì 30 aprile sono ufficialmente aperte le iscrizioni all’ottava edizione del Talent Prize, il contest di arti visive ideato e promosso da Inside Art e aperto gratuitamente a tutti gli artisti nati dal 1975 in poi. Questo appuntamento, puntuale come ogni anno, è diventato uno dei momenti più attesi nel settore dell’arte contemporanea. Atteso dal pubblico, che a novembre potrà nuovamente assistere alla grande collettiva, quest’anno in uno dei musei capitolini di Roma, con le opere del vincitore, dei finalisti e dei premi speciali; atteso dagli artisti, che hanno l’opportunità di dare uno slancio ulteriore alla propria carriera, come successo a nomi del calibro di Yuri Ancarani, Gian Maria Tosatti, Rä di Martino, Giulio Delvè, David Casini, Danilo Correale e Giovanni Ozzola; atteso dai galleristi e dai collezionisti, che possono conoscere meglio le nuove generazioni di artisti e i loro linguaggi. Il premio è aperto a tutti coloro che operano nei campi della pittura, della fotografia, dell’installazione della scultura e del video. Con l’edizione 2015 sono state introdotte alcune interessanti novità al premio: innanzitutto il concorso rafforza la sua dimensione internazionale, aprendosi in modo più efficace all’Europa e al mondo (le due mostre sul curriculum, vincolo per poter partecipare, non devono essersi tenute necessariamente in Italia) e la giuria si allarga ad altri importanti protagonisti dell’art system (Marcello Smarrelli, direttore artistico della Fondazione Ermanno Casoli, Anna d’Amelio Carbone, direttrice della Fondazione Memmo Arte contemporanea, e Federica Pirani, direttrice del museo Macro).

PER ISCRIVERSI
Da oggi, quindi, fino al 12 luglio 2015, è possibile iscriversi. Basta presentare un’opera di nuova realizzazione o già realizzata, purché non abbia già partecipato ad altri concorsi o premi, e inviare la documentazione necessaria attraverso il sito www.talentprize.it (sezione partecipa) oppure tramite posta (riferimenti sul sito www.talentprize.it).

LA GIURIA
Dopo il successo degli scorsi anni quest’anno sono state introdotte alcune new entry, che danno ulteriore autorevolezza e rilevanza a questo premio. Si tratta dei suddetti Marcello Smarrelli, direttore artistico della Fondazione Ermano Casoli, Federica Pirani, direttrice del Macro, e Anna d’Amelio Carbone, direttrice della Fondazione Memmo Arte contemporanea. Questi nomi si aggiungono a Ludovico Pratesi, critico d’arte, Anna Mattirolo, direttrice del Maxxi Arte, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, presidente della omonima fondazione, Alberto Fiz, direttore del Marca e Guido Talarico, direttore ed editore di Inside Art.

COSA SI VINCE
Il Talent Prize è storicamente molto partecipato anche per i premi in palio. Il vincitore si aggiudica un premio d’acquisto del valore di 10mila euro, una residenza d’artista a Lille, un ampio primo piano sul numero di Inside Art, oltre agli onori del caso che gli saranno tributati nella grande collettiva che sarà organizzata a novembre in uno dei musei capitolini di Roma. Ma ci sarà spazio ache per gli altri: i nove finalisti, scelti dalla giuria, parteciperanno alla mostra insieme ai premiati speciali decisi dagli sponsor, e tutti rientreranno nel numero di Inside Art di dicembre.

PREMI SPECIALI
Come sempre il Talent Prize contempla delle premiazioni collaterali riservate ai partner e agli sponsor del concorso. Quest’anno si tratta del Premio Speciale Fondazione Roma, il Premio Speciale AdnKronos Culturalia, il Premio Speciale Inside Art e il Premio Speciale Axa in Italia.

Non perdete il vostro appuntamento con una grande occasione. Se siete artisti sotto i 40 anni date un’occhiata al bando sul sito www.talentprize.it e iscrivetevi. Vi aspetta una stagione di grande fermento e, forse, una possibilità di proiettare la vostra dialettica artistica verso il grande pubblico dell’arte contemporanea.

Commenti

  • Rina

    Bhe auguri a tutti voi che partecipate. Io ho cominciato a dipingere da un’anno e mi sento molto giovane. Purtroppo ho più di 55 anni…..e risulto vecchia per voi. Ma sportiva. Auguri a tutti. Rina