Ultimora

Piero della Francesca incanta la Russia

Torna la grande arte italiana a Mosca. L’ambasciata d’Italia e il museo statale delle Belle Arti Pushkin hanno presentato oggi la mostra Piero della Francesca e i contemporanei. L’immagine mariana nelle pitture del Rinascimento dai musei d’Italia. Uno dei quattro capolavori della mostra sarà esposto per un solo giorno anche a Villa Berg. L’iniziativa si svolge nell’ambito della presidenza italiana nell’Ue e dell’anno incrociato del Turismo Italia-Russia. «Abbiamo scelto l`arte del Rinascimento italiano per chiudere l`intenso semestre di presidenza italiana dell`Ue – ha detto l’ambasciatore italiano a Mosca Cesare Maria Ragagini – un semestre, coinciso anche con una delicata situazione politica internazionale, che ha richiesto alla presidenza italiana molteplici sforzi in diversi scacchieri internazionali, in Libia, Siria, Iraq, Medio Oriente e naturalmente in Ucraina». L`ambasciata d`Italia continua la tradizione dell`esposizione di capolavori a Villa Berg. Dopo le opere di Raffaello, Bernini, Botticelli, Lotto, Caravaggio, Bronzino e Mantegna, viene ospitato per la seconda volta Giovanni Bellini, questa volta con l`opera Madonna dei cherubini rossi (la scorsa volta si trattava del Ritratto del giovane). «Negli ultimi anni – prosegue Ragaglini – a partire dall`anno incrociato della Cultura nel 2011 fino alle manifestazioni che sono seguite, Exhibitaly nel 2012 e l`anno del turismo che, iniziato alla fine del 2013, prosegue ancora oggi, l`offerta culturale italiana in Russia è molto cresciuta e una delle sue migliori testimonianze è lo stretto rapporto di collaborazione che abbiamo instaurato con i più importanti Musei russi».

Commenti