Eventi - Talent Prize 2014

Void#TalentPrize2014

Sette anni a scandagliare le cavità inesplorate del contemporaneo. Per cercare un’alternativa. Senza seguire una strada retta, abbiamo percorso deviazioni il più delle volte fortunate. Anche quest’anno, come i sei precedenti, il Talent prize segue questo percorso. Quindici artisti: un vincitore, nove finalisti, cinque premi speciali e l’Atelier Wicar i protagonisti della mostra che dal 14 al 29 novembre è ospitata alla Casa dell’Architettura e ai quali abbiamo interamente dedicato il nostro prossimo numero. Ve li presentiamo brevemente, uno al giorno, in modo che anche voi possiate giudicare ciò che abbiamo trovato nelle nostre deviazioni. Perché si sa, non c’è retta via senza un’alternativa.

Alle volte è necessario avvicinarsi molto alle cose per poterle davvero vedere. Un dettaglio quasi impercettibile può darci la sensazione di aver solo immaginato, di essere di fronte a un’allucinazione. Questo ci disorienta, ci spaventa e ci pone nel dubbio. È possibile che quello che stiamo guardando non sia, in realtà, quello che crediamo? Magnetic Field è un gioco di combinazione di materiali inorganici (dc-motors, magneti e spugne metalliche) che, generando un campo magnetico, permettono un movimento quasi invisibile. Void, la cui ricerca artistica, sebbene eterogenea, è attraversata dall’interesse per il suono, con quest’installazione rende visibile la vita della materia: le dà l’opportunità di muoversi, respirare e avere una propria flebile voce. Quasi creando un ribaltamento tra ciò che dovrebbe essere immobile e ciò che in realtà si muove, il collettivo sottolinea i limiti delle percezioni umane: danno certezza di vita alla materia inorganica e, quasi paradossalmente, gettano in confusione i fruitori, materia organica, obbligandoli a interrogarsi sui limiti delle proprie percezioni e sull’inaffidabilità dei propri sensi. Il pubblico diventa quindi, forse inconsapevolmente, parte della stessa opera d’arte; campo magnetico, che generando se e ma, alimenta il lavoro artistico. (Testo delle curatrici della mostra, Alexandra Russi e Arianna Ioli)

Per tutti gli artisti del Talent Prize 2014

Commenti